Solo il meglio dei nostri progetti, nuovi prodotti, eventi ed esclusive collaborazioni. Iscriviti alla newsletter

News

ADA 2021: continua la collaborazione di Salvatori e Anastassiades per gli ADA 2021

06.2021

Continua la collaborazione con gli ADA 2021

Dopo il successo della scorsa edizione, prosegue nel 2021 la nostra collaborazione con Archiproducts per gli Archiproducts Design Awards, premi che celebrano l’eccellenza del design internazionale. Anche questo anno, i designer dei prodotti vincitori riceveranno come riconoscimento un premio che porta con sé tutto il valore che contraddistingue da sempre nel settore la nostra azienda.

Un premio elaborato in collaborazione con Michael Anastassiades, che accompagna alla perfezione la sinergia di tecnica e creatività che costituisce il principio ispiratore di questo importante riconoscimento.

Scopri tutto quello che c’è da sapere sulla nostra collaborazione con gli Archiproducts Design Awards 2021 e con Michael Anastassiades

Un monolite etereo

Il design del premio, un monolite esagonale, riprende con semplicità le forme del logo degli Awards: il disegno di Anastassiades, infatti, origina dall’ormai iconico simbolo bidimensionale della premiazione e lo trasforma in un solido imponente e leggero allo stesso tempo.

Inciso sul lato superiore, per riportare con stilizzata precisione il caratteristico logo, il prisma viene scolpito inclinato su un solo lato. Grazie all’incisione, all’inclinazione e ai bordi smussati, questo delicato solido di design elabora con la luce intricati giochi, cambiando d’aspetto a seconda del punto da cui lo si guarda.

Un design davvero vincente, che si è deciso di ripetere anche per questo secondo anno, cambiandone il cuore: dal delicato e candido Bianco Carrara che ha caratterizzato l’edizione 2020, si è scelto per questo anno un marmo dai toni profondi e contrapposti.

“Il premio destinato ai designer quest’anno verrà realizzato in Nero Marquinia, una pietra che sono sicuro potrà incrementare la percezione di matericità di questo iconico elemento mantenendo invariato il design pulito e atemporale.”, queste le parole del nostro CEO Gabriele Salvatori.

Un nero profondo, interrotto da venature bianche e piccoli accenti grigi, che donano a questo delicato prisma un incredibile carattere. Un premio di spicco, destinato a sfidare il tempo.

Lo stile Salvatori: il mix perfetto tra artigianalità e innovazione

Ogni singolo premio porta impresso il marchio del nostro stile: una cura e precisione sconfinate, che mettiamo in ogni processo. Da sempre ci distinguiamo per la capacità di unire alla più alta tecnologia, che spesso sviluppiamo e adattiamo noi stessi (siamo gli unici del settore ad avere un team interno di ricerca e sviluppo, con ingegneri specializzati che lavorano ogni giorno per migliorare le nostre tecniche), una conoscenza delle lavorazioni tradizionali impeccabile.

Nella realizzazione di questo premio abbiamo messo in gioco tutta la nostra esperienza: ogni elemento nasce sotto forma di cilindro da un unico blocco di marmo, sapientemente scelto dai nostri artigiani, che grazie alla loro esperienza sono capaci di prevedere le venature nascoste all’interno.

Dopo l’estrazione dal blocco dei cilindri di pietra, abbiamo combinato diverse delle nostre macchine a controllo numerico, per dare alla pietra un taglio preciso fino al millimetro. Infine, ogni pezzo è stato rifinito a mano per oltre 40 minuti dai nostri artigiani: un processo necessario, capace di dare luce e risalto alla vera anima della pietra.

Un lavoro lungo ed elaborato: per realizzare ciascuno di questi preziosi elementi, ci sono volute infatti ben 4 ore. La dimostrazione semplice e immediata dell’impegno e della dedizione che dedichiamo ad ogni nostro prodotto, al di là della dimensione. Un aspetto che, insieme all’utilizzo dei migliori materiali, ha portato negli anni il nostro nome ad essere considerato sinonimo di qualità.

Salvatori e Anastassiades: una lunga collaborazione

Il design del premio ADA è solo l’ultimo tassello di un sodalizio che ci lega da anni a Michael Anastassiades.

Con il noto architetto cipriota condividiamo un amore per i materiali naturali, legato alla volontà di elaborare design che ne rispettino appieno le caratteristiche intrinseche. Per questo motivo, entrambi prediligiamo tecniche che lavorano le pietre senza snaturarle della loro essenza: le nostre lavorazioni sono opache, come la pietra è naturalmente, e non trattate per farle diventare lucide.

Dal nostro lavoro con Anastassiades sono nati due prodotti iconici delle nostre collezioni. Il primo è la serie di tavoli ‘Love me, Love me not’, concepita utilizzando marmi unici e pregiati, per esaltare alla perfezione la regalità che accompagna da sempre la pietra naturale.

Design essenziali e al contempo maestosi, frutto delle nostre tecniche di lavorazione più avanzate, tanto che abbiamo scelto di ricreare il Dining Table in Rouge du Roi in una perfetta scala 1:10, all’interno della collezione Miniature, un progetto ambizioso, che permette di sperimentare le punte più alte del design sulla punta delle proprie dita. Oggetti imperdibili per ogni appassionato e collezionista, e regali ideali per ogni architetto e designer.

L’altro elemento è la serie di sculture ‘The End of the Affair’, progettate per accompagnare proprio i tavoli ‘Love me, Love me not’. Ispirate all’arte giapponese del Suseiki, le linee di queste sculture riprendono con semplicità e precisione gli aspetti di statuari e imponenti vulcani, formando una serie a tiratura limitata dall’aspetto davvero spettacolare.

Il nostro nome nel campo del design è sinonimo di qualità e professionalità, grazie alla cura e all’impegno che mettiamo in ognuno dei prodotti che esce dai nostri stabilimenti. Dalla modifica dei sistemi di lavorazione, fino alla rifinitura a mano, personalizziamo le nostre tecniche per creare sempre prodotti di altissimo livello.