La nostra produzione e le spedizioni sono totalmente operative. Salvatori è prima di tutto un’azienda di persone ed abbiamo messo in atto tutte le misure necessarie per tutelare la salute dei nostri collaboratori.

News

Marmo Bianco Carrara: le più creative applicazioni per creare dei look invidiabili

02.2021

Le principali caratteristiche del Marmo Bianco Carrara

Il marmo Bianco Carrara è conosciuto in tutto il mondo, è impossibile negarlo. A Carrara infatti, in una particolare zona delle alpi apuane, il marmo viene estratto ed usato per le opere più disparate ormai da tempo immemore. Quelle di Carrara ovviamente non sono le uniche cave di marmo ma sono sicuramente tra le più conosciute e rinomate. E così come non ci sono solo le cave carraresi, allo stesso modo (anche all’interno di queste stesse cave) non si estrarre un solo tipo di marmo.

Tra i cosiddetti marmi di Carrara (chiamati così proprio perché in questo luogo si estraggono diverse tipologie di marmo) quello più conosciuto e ambito è il marmo bianco anche detto, in gergo tecnico, Bianco Carrara.

Il marmo Bianco Carrara è una pietra straordinaria, dalla durevolezza e resistenza incredibili; non è un caso se è stata usata dalla notte dei tempi per costruire opere immense come il Partenone o il nostro amato Duomo di Firenze. Ovviamente oggigiorno questa pietra viene utilizzata anche per la creazione di opere di design e d’arredo e le sue incredibili qualità non si fermano certo alla sola resistenza e durevolezza. Per comprendere le immense possibilità del marmo bianco di Carrara è necessario conoscerne anche la composizione ed i metodi di estrazione; in questo modo si capiranno in modo più approfondito le caratteristiche tecniche del materiale e, di conseguenza, anche le sue modalità d’uso nella nostra quotidianità.

Vediamo quindi insieme come si forma uno dei marmi più pregiati al mondo e qual è il suo processo di estrazione così da arrivare ad elencare le caratteristiche tecniche e la miriade di soluzioni, dal design ogni volta diverso e frizzante, che questa pietra è in grado di regalare. Curiosi? Cominciamo!

Il marmo Bianco Carrara è una pietra straordinaria, dalla durevolezza e resistenza incredibili usata per la creazione di opere di design e d’arredo dai look sempre diversi

La composizione del marmo bianco di Carrara

Il Bianco di Carrara, come tutti i marmi, è una pietra naturale principalmente composta da carbonato di calcio. Questo tipo di pietra si forma attraverso quello che viene chiamato “processo metamorfico” e ciò significa che si origina a partire dalla trasformazione di una roccia preesistente (detta sedimentaria) la quale nel corso del tempo ha subìto cambiamenti a causa dell’intervento di svariati fattori sia chimici che fisici.

Tali interventi subìti comportano la ricristallizzazione del carbonato di calcio di cui le rocce sono fatte creando così un pattern di cristalli ogni volta diverso. Le pietre sedimentarie da cui originano quasi tutti i tipi di marmo sono quelle calcaree e la dolomia e, ovviamente, maggiore sarà il livello di carbonato di calcio presente nella roccia, maggiore saranno i cristalli di calcite che verranno fuori dal processo metamorfico e più bianco sarà il colore del marmo. Tra tutti i marmi estratti alle cave di Carrara quello bianco è infatti quello la cui percentuale di carbonato di calcio è più elevata ed è proprio tale percentuale a dargli quel colore omogeneo e compatto che è così tanto amato in tutti i settori, dall’edilizia, all’architettura e il design.

L’estrazione del marmo bianco di Carrara

L’estrazione del marmo apuano risale, come già accennato, a tempi lontanissimi: si stima intorno al primo secolo avanti Cristo. Ovviamente gli utensili e le metodologie di estrazione usate si sono evolute nel corso del tempo (al Museo del Marmo di Carrara sono esposti alcuni degli strumenti primordiali usati e ritrovati durante le attività archeologiche) ma ad oggi possiamo dire che l’estrazione avviene ancora secondo la stessa tecnica che rivoluzionò l’intero settore verso la fine dell’Ottocento. In quel periodo infatti furono introdotte due invenzioni: il filo elicoidale e la puleggia penetrante. Con questi accorgimenti si era (e si è infatti ancora tutt’oggi) in grado di penetrare il marmo e contemporaneamente provocarne il taglio del blocco.

Oggigiorno la tecnica è rimasta la stessa dell’Ottocento. L’unica differenza è che al posto del filo elicoidale è stato introdotto il filo diamantato.

Le caratteristiche tecniche

Il marmo bianco di carrara ha caratteristiche tecniche specifiche che riguardano sia le sue possibili applicazioni che le modalità di manutenzione. Come anticipato all’inizio dell’articolo, è una pietra decisamente resistente sia all’abrasione che all’usura e alle temperature e può quindi essere impiegata per costruire qualsiasi cosa, sia in ambienti interni che esterni. Ha inoltre una bassa porosità e quindi un basso coefficiente d’assorbimento rendendolo di fatto il materiale ideale per i tavoli da cucina ad esempio, anche se ovviamente ne risente quando si tratta di acidi, come il limone ad esempio (non lasciate mai il limone o il suo succo per troppo tempo sulle vostre superfici in marmo!).

Proprio per la sensibilità agli acidi, non solo il Bianco ma qualsiasi altro marmo estratto dalle cave di Carrara deve essere pulito e trattato con prodotti specifici se vogliamo assicurarci che la sua bellezza duri indisturbata nel tempo. Sulla base della nostra esperienza pluridecennale consigliamo sicuramente dei trattamenti idro-repellenti specifici così come una pulizia e manutenzione quotidiana con saponi neutri.

Le texture disponibili

Oramai sarà chiaro che tra, i marmi estratti a Carrara, il Bianco è non solo quello più conosciuto ma anche quello più particolare in termini di composizione e dalle più ampie caratteristiche in termini di porosità resistenza e durevolezza. E sono proprio le caratteristiche del marmo bianco di Carrara che permettono le più svariate applicazioni di questa pietra in diversi settori lavorativi. Le textures che ad esempio noi di Salvatori proponiamo con questo tipo di Pietra sono ben 16 e nello specifico parliamo di:

Ognuna di queste textures evidenzia particolarità e caratteristiche di questo marmo ogni volta in modo così diverso e variegato che spesso sembra quasi di non trovarsi di fronte alla stessa pietra. Le introduciamo tutte una per una, contenti? Bene, iniziamo!

Levigato

La texture levigata è la più classica ed intramontabile, utilizzata per la realizzazione non solo di edifici ma anche di sculture tra le più famose al mondo. Noi di Salvatori lo utilizziamo spesso, sia per i prodotti Home Collection che per quelli della Bathroom Collection.

La texture levigata ovviamente non è disponibile solo in Bianco Cararra ma anche in altri marmi e pietre naturali come il Travertino Chiaro, il Grigio Versilia, il Crema d’Orcia ed il Crema d’Orcia Select, la Pietra d’Avola ed il Silk Georgette®.

Bamboo

Bamboo è una delle nostre perle. Creato nel 2003 da Gabriele Salvatori e da suo padre Alfredo, e quindi con noi da ormai quasi 18 anni, Bamboo è una texture ricercatissima grazie alla sua semplicità e adattabilità: è un’evergreen che esalata il minimalismo con le sue linee pulite e continue.

Disponibile in Bianco Carrara, Silk Georgette ®, Travertino Chiaro, Pietra d’Avola, Grigio Versilia e Crema d’Orcia Select.

Chevron

Chevron in Bianco Carrara è una texture contemporanea che nasce dalla reinterpretazione della finitura Raw di Piero Lissoni: un decoro a motivo spigato creato dall’intarsio della pietra.

Disponibile in Bianco Carrara, Crema d’Orcia, Pietra d’Avola e Silk Georgette ®.

CNC

CNC è la texture che Pietro Lissoni ha progettato per noi ispirandosi alle incisioni delle macchine a controllo numerico sul banco di lavoro nel processo di lavorazione del marmo. Il risultato è stato questa texture singolare le cui rotture ed imperfezioni delle creste sono da considerarsi una caratteristica distintiva e ricercata.

Disponibile in Bianco Carrara, Crema d’Orcia, Pietra d’Avola, Silk Georgette®.

Cotone

Evoluzione di una tecnica che vanta una lunga tradizione tra gli scultori, Cotone è la novità nella gamma delle texture firmate Salvatori. La superficie sottile che la caratterizza è sapientemente lavorata in modo da ottenere un delicato effetto graffiato dal gusto sobrio ed elegante.

È disponibile in Bianco Carrara e in Pietra d’Avola.

Cuscini

Questa texture è nata per giocare con i contrasti, contrapponendo la morbidezza di un cuscino alla durezza della pietra. Ogni quattro piastrelle forniamo un “bottone” di marmo a completamento dell’effetto cuscino.

Disegnata da Ron Gilad, Cuscini è disponibile oltre che in Bianco Carrara anche in Pietra d’Avola e Crema d’Orcia.

Infinito

Classica e raffinata, Infinito in Bianco Carrara è una texture che, come suggerisce il nome, crea un effetto senza soluzione di continuità che permette l’istallazione in quasi tutte le lunghezze senza che siano visibili i punti di giunzione tra le doghe di pietra.

Disponibile in Silk Georgette®, Pietra d’Avola, Crema d’Orcia e Gris du Marais®.

Ishiburo

Ishiburo è una delle nostre texture più classiche, realizzata in collaborazione con il designer Kengo Kuma, dall’espressività esaltata dalla luce (elemento chiave per questa texture) e adatta sia all’uso interno che esterno, va bene anche nelle zone umide.

È disponibile non solo in Bianco Carrara ma in tutta la gamma di pietre Salvatori.

Lithoverde®

Lithoverde® in Bianco Carrara è il nostro fiore all’occhiello quando si parla di sostenibilità. Composto per il 99% da scarti provenienti dalla produzione del materiale e dall’1% da una resina naturale utilizzata come collante, Lithoverde® contribuisce nell’attribuire agli edifici un alto punteggio nella scala di valutazione LEED® (Leadership in Energy and Environmental Design), istituita dal U.S. Green Building Council, punto di riferimento internazionale nel campo della sostenibilità architettonica.

Disponibile in Bianco Carrara, Crema d’Orcia, Gris du Marais® e Pietra d’Avola.

Plissé

Plissé che in francese significa “piega” e la finitura, caratterizzata da linee nitide e pulite che giocano con la luce creando un senso di leggerezza e continuità, ricorda proprio questo tipo di piega morbida come quella di un tessuto.

È disponibile in Crema d’Orcia Select, Pietra d’Avola e Silk Georgette® oltre che in Bianco Carrara.

Rain

Rain è l’evoluzione delle esplorazioni di Piero Lissoni all’interno del design giapponese, un motivo ritmico di linee verticali che modellano la pietra fondendo l’approccio essenziale di Lissoni ad un figurativismo astratto che ricorda un bosco frusciante di steli di bambù.

Questa texture è disponibile non solo in Bianco Carrara ma anche in Crema d’Orcia Select, Pietra d’Avola e Silk Georgette®.

Raw

Raw in Bianco Carrara è la texture che abbiamo realizzato in collaborazione con Piero Lissoni in grado di esaltare su di un marmo il tipico taglio grezzo che di solito di ottiene su materiali diversi come il legno. Il risultato è stato un inedito effetto intagliato, decisamente atipico per la pietra naturale.

Disponibile in Bianco Carrara, Crema d’Orcia, Pietra d’Avola e Silk Georgette®.

Romboo

Romboo in Bianco Carrara rappresenta uno dei modi migliori che abbiamo trovato per dare nuova vita agli scarti di lavorazione; abbiamo semplicemente deciso di ritagliare parti di Bamboo in modo non convenzionale. Il risultato è stato un frizzante effetto esagonale tridimensionale che la texture subisce quando viene colpita dalla luce.

Disponibile in Bianco Carrara, Crema d’Orcia, Pietra d’Avola e Silk Georgette®.

Stone Parquet

La texture Stone Parquet in Bianco Carrara è, come dice la parola stessa, un’evoluzione in marmo dei pavimenti in legno tradizionali ed è disponibile sia per posa a correre che per posa a pesce.  

È disponibile, oltre che in Bianco Carrara, in Crema d’Orcia, Imperiale e Pietra d’Avola. 

Stone Tatami

Stone Tatami in Bianco Carrara è una texture realizzata in collaborazione con il designer Piero Lissoni che trae ispirazione dai rivestimenti degli antichi palazzi imperiali giapponesi.

Oltre che in Bianco Carrara, questa texture è disponibile anche in Pietra d’Avola, Crema d’Orcia e Silk Georgette®.

Tratti

Tratti in Bianco Carrara è una texture creata prendendo ispirazione dalla Texture Cotone alla quale sono stati aggiunti metallici in Midnight Black e Oro Anodizzato.

Questa texture, oltre che in Bianco Carrara, è disponibile anche in Pietra d’Avola e Gris du Marais®.

Insomma, sarà chiaro ormai che il Bianco Carrara è una pietra che oltre ad essere esternamente resistente è anche estremamente duttile e lavorabile ed è proprio grazie a queste sue specifiche caratteristiche intrinseche se tutt’oggi è uno dei materiali più utilizzati non sono nel design ma anche in architettura ed edilizia.

Che aspetti quindi, se ancora non l’avessi fatto scopri tutte le texture disponibili con il marmo Bianco di Carrara, oppure contattaci e realizzeremo insieme a te il tuo progetto su misura!