Scopri tutti i prodotti che potrai ricevere entro Natale e lasciati ispirare dalle nostre idee regalo. Trova il regalo perfetto

News

5 consigli di stile per scegliere lo specchio del bagno

07.2021

5 regole per scegliere lo specchio per il bagno

Quando ci si trova ad arredare la stanza da bagno lo specchio è sicuramente un complemento fondamentale da tenere in considerazione.

Oltre ad essere utile da un punto di vista pratico, dal momento che serve per truccarsi, pettinarsi e lavarsi, riveste anche un’importante funzione estetica.

Lo specchio per il bagno è l’equivalente di un bel quadro in salotto: completa e rifinisce l’arredo del bagno e migliora la percezione degli spazi, ingrandendo l’ambiente.

Per tutti questi motivi è molto importante scegliere con attenzione la specchiera del proprio bagno. Per questo, abbiamo selezionato per voi 5 regole fondamentali che vi guideranno nella scelta.

Nell’arredamento bagno lo specchio è un elemento fondamentale. Se non hai idea da dove partire ecco alcuni consigli di stile

Fai attenzione alle dimensioni

Prima di scegliere uno specchio è necessario valutare con precisione la grandezza del bagno, in modo da optare per la forma e la misura più adatta.

Questo però non vuol dire che per un bagno piccolo bisogna necessariamente inserire specchi piccoli, anzi! Uno dei grandi pregi dello specchio consiste nella sua capacità di ampliare la percezione degli spazi.

Per questo solitamente in bagni dalle piccole dimensioni è consigliato mettere specchi molto grandi, capaci di ingannare la vista e far apparire l’intera stanza più grande, più luminosa e più elegante.

In questo caso è meglio optare per specchi dalle linee minimal posizionati lungo l’intera parete, in modo da migliorare la percezione in profondità e in altezza. Esempio perfetto è il nostro specchio Quadro, che può essere collocato sia orizzontalmente che verticalmente.

Quando invece si ha a che fare con una grande metratura la scelta è molto più ampia: è possibile giocare con forme originali, cornici importanti e specchi molto grandi, tenendo sempre conto dell’altezza del soffitto e della larghezza del lavandino sottostante.

Calcola bene le misure

Ovviamente oltre alle dimensioni della stanza è importantissimo tenere conto anche della posizione precisa in cui verrà collocato lo specchio.

Uno specchio da parete, infatti, non dovrebbe mai essere più largo del lavandino sopra cui poggia, e dovrebbe essere allineato perfettamente al mobile sottostante per far apparire tutto l’insieme più equilibrato. In alternativa può essere anche leggermente più corto, l’importante è che rispetti la misura minima di 60cm per consentire una corretta visione.

Fondamentale è anche calcolare la distanza fra il lavabo e lo specchio: questa solitamente ha un margine standard che va da 10 cm fino ad un massimo di 20, a meno che non si abbia a che fare con uno specchio molto piccolo e allora è possibile distanziarlo anche di 30 cm.

Prima di fissarlo bisogna tenere conto dell’altezza media degli abitanti della casa, una regola comune è quella di rispettare 30 cm sopra e sotto la linea dell’occhio umano o comunque fare in modo che il suo centro coincida con l’altezza degli occhi di una persona di statura media, ovvero di 165cm.

Per quanto riguarda lo sviluppo verticale dello specchio, come avevamo già accennato, non ci sono limiti: più questo sarà grande, più aumenterà il senso di profondità e maggiori saranno gli angoli di visione.

Usa forme eleganti

Esiste una grande varietà di forme per gli specchi da bagno: i più classici sono quelli rettangolari, che possono essere usati in tutte le misure e si abbinano facilmente a qualsiasi tipologia di mobile.

Solitamente la forma dello specchio deve avere una coerenza con il mobile da bagno sopra cui viene collocato, ma può anche essere usato come elemento stilistico di rottura e quindi avere una struttura completamente diversa e a contrasto. Esistono infatti specchiere da bagno con forme insolite e irregolari, capaci di dare una forte personalità a tutto l’ambiente.

Un esempio di stile, perfetto per un design minimal è il nostro specchio Archimede, la cui struttura gioca con le forme geometriche permettendogli anche di “piegarsi” su se stesso.

Invece, per uno stile più tradizionale, oltre allo specchio rettangolare sono molto diffuse forme quadrate, tonde e ovali. In particolare, gli specchi circolari sono perfetti per donare un tocco di classe ed eleganza al bagno, dal momento che aiutano ad ammorbidire le linee e si adattano benissimo con lavabi dalle forme curve. Inoltre, lo specchio rotondo offre una superficie abbastanza ampia su cui riflettersi, ma lascia anche più esposta la parete, è quindi l’ideale per dare maggior risalto ai rivestimenti.

Installa una corretta illuminazione

Le operazioni quotidiane di cura personale che si svolgono davanti allo specchio del bagno necessitano di una corretta illuminazione del bagno. Uno degli aspetti più importanti quando si sceglie l’impianto luci del bagno è proprio illuminare correttamente la zona sopra il lavabo, garantendo il massimo comfort visivo, senza creare zone d’ombra o alterare i colori della pelle.

Per una distribuzione di luce omogenea su tutto il volto è un’ottima idea ricorrere a faretti orientabili, oppure installare specchi retroilluminati o con luce led incorporata, perfetti per un’illuminazione puntuale graduabile e ottimi per un maggiore risparmio energetico, come il nostro specchio Mirari.

Un altro aspetto da non sottovalutare è la tonalità della luce che deve puntare verso la specchiera del bagno. Una luce calda è perfetta per mascherare i difetti, ma altera troppo i colori, mentre una luce fredda è ottima per attività come radersi o truccarsi, ma evidenzia molto i dettagli. Per questo la scelta migliore è optare per una luce neutra capace di dare luce al viso senza però abbagliare.

Gioca con più elementi

Per offrire in modo più evidente la sensazione di ariosità in tutta la stanza, se le dimensioni lo consentono, è possibile scegliere un numero maggiore di specchi.

La doppia soluzione è consigliata nei casi di un doppio lavandino, oppure per un bagno sviluppato in lunghezza: quando si ha a che fare con questa struttura è infatti possibile collocare due grandi specchi uno di fronte all’altro sulle due pareti opposte.

Questa scelta renderà nettamente più grande il bagno e sarà molto utile per poter giocare con i riflessi, in modo da permettere la visione della nuca e risultando quindi molto utile quando ci si pettina.

Per i quotidiani usi che vengono fatti nel bagno può essere necessario scegliere di installare, accanto a quello sopra il lavandino, uno specchio mobile che possa essere avvicinato al viso o uno specchio da tavolo come quello della nostra collezione Fontane Bianche, in modo da facilitare operazioni come il trucco o la rasatura.

Abbiamo visto come lo specchio del bagno sia un elemento fondamentale nell’arredamento e come può incidere sullo stile, migliorando l’aspetto di questa stanza, dal momento che può donare profondità, illuminare l’ambiente e permette di giocare con varie forme per soluzioni di design.

Ovviamente scegliere lo specchio per un bagno moderno può essere una sfida non facile perché bisogna prestare attenzione a molti aspetti, ma è fondamentale seguire delle regole precise per poter sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questo elemento.

In questa guida vi abbiamo fornito i principali accorgimenti da tenere in considerazione per scegliere uno specchio da bagno, ma la consulenza di un professionista potrà aiutarvi in maniera più precisa.

Se siete interessati ai nostri prodotti o avete bisogno di qualche consiglio, visitate il nostro sito e non esitate a contattarci, il nostro personale qualificato saprà fornirvi l’assistenza di cui avete bisogno.