Solo il meglio dei nostri progetti, nuovi prodotti, eventi ed esclusive collaborazioni. Iscriviti alla newsletter

News

Il cantiere perfetto: organizzare l’allestimento in 3 step

03.2021

Il cantiere rappresenta un micro mondo, dove entrano in gioco molteplici e svariate forze, e dove è quindi essenziale fare in modo che queste collaborino e cooperino senza intralci, nel rispetto dei tempi e costi prestabiliti; solo così facendo il cantiere potrà essere portato a termine in modo efficace ed efficiente.

Considerando quindi quanto appena detto, prima di approntare un qualsiasi cantiere, occorre tenere sempre bene a mente 3 semplici regole che, se seguite con dedizione e attenzione, portano alla sua corretta realizzazione:

Impara 3 regole di base e sviluppa il tuo cantiere ideale

Analizzare attentamente l’organizzazione generale

Analizzare l’organizzazione generale significa considerare svariate cose come il periodo in cui si svolgeranno i lavori, la durata prevista, il numero massimo ipotizzabile di addetti, ma non solo: occorre considerare anche la necessità di predisporre logisticamente il luogo di lavoro, così da offrire un ambiente che sia non solo tecnicamente sicuro e igienico, ma anche il più possibile confortevole e flessibile.

Inoltre, al fine di definire nel modo più chiaro possibile il cantiere, è importante recintare l’area di lavoro e il suo perimetro.

La recinzione infatti impedisce l’accesso agli estranei e segnala in modo chiaro e semplice la zona dei lavori contribuendo alla sicurezza non solo dei soggetti che vi lavorano all’interno ma anche di quelli che gravitano nelle vicinanze.

Utilizzare le recinzioni per delimitare le aree

Le recinzioni, così come gli le protezioni, le segnalazioni e gli avvisi, sono obbligatori e devono sempre essere utilizzati, oltre che mantenuti in buone condizioni e molto ben visibili.

 

Questo è necessario perché spesso nelle vicinanze di un cantiere vi sono spazi condominiali e aree di lavoro comuni dove chiaramente il passaggio di persone è inevitabile e dove è essenziale quindi garantire la sicurezza di tutti.

Tenere le aree di lavoro pulite

Le varie aree di lavoro di un cantiere vanno sempre tenute pulite, sia per quanto riguarda lo smaltimento delle macerie che per il tiro al piano dei materiali edili.

Il modo migliore per ovviare a questo problema è quello di usare un argano da cantiere (comunemente chiamato anche elevatore o paranco, è quell’apparecchio di sollevamento formato da un motore collegato ad un tamburo il quale si avvolge ad una fune di per sé dotata sia di contrappeso che di gancio di sollevamento) ma, in alternativa, può andare bene anche l’utilizzo di una piattaforma.

Ad ogni modo è bene specificare che indipendentemente da quale delle attrezzature si scelga di usare, il loro utilizzo deve essere sempre movimentato da manovalanza specializzata.

Oltre alle aree di lavoro, anche le aree di transito vanno sempre mantenute curate e devono essere libere da ogni materiale o oggetto che ne ostacoli la normale circolazione.

La buona norma all’interno del cantiere prevede infatti \con tessuto non tessuto, pannelli di masonite e cartone, e questo viene chiaramente fatto per proteggere la pavimentazione sottostante.

 

Immagini scattate prima dell’11 Marzo 2020