News

Come costruire una parete in cartongesso per il lavabo

01.2020

3 consigli per costruire una parete in cartongesso per il lavabo sospeso

Avete finalmente trovato il lavabo sospeso in marmo che desideravate per il vostro bagno, ma ora avete urgente bisogno di consigli per costruire la parete in cartongesso su cui installarlo.

Il nuovo lavabo è davvero bellissimo, in una meravigliosa pietra naturale, attentamente selezionata per le sue qualità. Una corretta installazione è fondamentale per garantire il massimo risultato di posa in termini estetici e di resistenza, soprattutto in casi come questo, in cui il peso dell’oggetto non può essere certamente trascurato.

Non si può dare niente per scontato e bisogna assicurarsi di aver previsto e pianificato tutte le attività necessarie per ottenere l’effetto desiderato.

Partiamo con alcuni consigli per garantire stabilità e sicurezza del sanitario installato su una parete in cartongesso.

Per installare un lavabo sospeso in pietra naturale occorre costruire una parete in cartongesso resistente. Scopri i nostri consigli per realizzarla 

Muratura portante o cartongesso per il lavabo sospeso?

Pensare che sia assolutamente necessario installare un lavabo sospeso su una muratura portante ed evitare cartongesso potrebbe essere fuorviante. Dopotutto, non sempre è possibile scegliere una parete in muratura per i sanitari. Le abitazioni moderne sono sempre più articolate in stanze separate da pareti in cartongesso, mentre i muri portanti sono riservati soltanto ad alcuni punti nevralgici della struttura. Ciò implica chiaramente la scelta ormai abbastanza diffusa di installare lavabo, bidet e wc sospesi anche su pareti in cartongesso appositamente attrezzate.

Questi modelli sono piuttosto pesanti rispetto ai comuni sanitari in ceramica. Oggi una parete o controparete in cartongesso può garantire un’ottima resistenza al peso se presenta la struttura e lo spessore adatto. Queste caratteristiche, combinate all’utilizzo di staffe di fissaggio studiate appositamente, permettono sostenere sanitari sospesi di qualsiasi materiale, compreso marmo e pietra naturale.

Quindi, se siete fra le persone che hanno scelto di impreziosire la propria stanza da bagno con un pezzo di design in pietra naturale, come un Balnea di Elisa Ossino, o un modello Anima di Yabu Pushelberg, niente paura: in questo articolo approfondiremo tutte le azioni necessarie per costruire una parete in cartongesso che sia capace di sostenere qualsiasi lavabo.

Tutto l’occorrente fare una parete in cartongesso

Iniziamo col procurarci tutto l’occorrente per fare una parete in cartongesso:

  • lavabo completo di tutti i suoi accessori;
  • trapano;
  • pappagallo;
  • chiavi di varia misura;
  • staffe
  • livella;
  • silicone.

Per assicurarci che il lavabo, come qualsiasi altro sanitario, riceva il giusto supporto, non possiamo trascurare il ruolo delle staffe. Si tratta di elementi in acciaio prefabbricato, il cui buon uso è fondamentale per assicurare il lavabo a muro. Vanno fissate al montante prima di posizionare i pannelli in cartongesso e danno alla struttura la resistenza necessaria per sorreggere in sanitario.

Non bisogna trascurare la loro posizione neanche nel caso in cui ci si trovi a montare un nuovo lavabo sospeso in sostituzione del precedente. Difficilmente si potranno mantenere nella stessa posizione in cui erano, poiché ogni modello di lavabo ha una forma diversa e punti di attacco diversi. Perciò, muniti dell’occorrente per forare la parete, occorre preparare l’alloggio per le nuove staffe di ancoraggio. Non dimenticate di tappare i fori che non vi occorrono più con un po’ di cemento o stucco.

Come creare il telaio una parete in cartongesso

Quando si opta per installare il lavabo su un muro in cartongesso è fondamentale accertarsi del fatto che il telaio della parete sia abbastanza resistente.

Prima di procedere con i lavori, è essenziale decidere la dimensione dei montanti che sorreggeranno la parete. Generalmente sono disponibili da 50, 75 o 100 mm e determineranno lo spessore della parete finale. Tanto più larghi saranno i montanti, tanti meno ne dovremo utilizzare.

Il telaio può essere in legno o in metallo. Noi prediligiamo il metallo, che anche se meno versatile in fase di installazione, garantisce parità di tenuta con meno materiale, dimostrandosi quindi una soluzione più economica e leggera.

È necessario applicare un telaio composto di montanti orizzontali e verticali, come un reticolato, così da garantire stabilità e robustezza della futura parete in cartongesso, che non avrà nulla da invidiare a una muratura portante. Quindi, occorre fissare i montanti sia a soffitto che a pavimento, e assicurarsi che in corrispondenza del punto di ancoraggio del lavabo sospeso sia sempre presente un montante rinforzato in cui inserire le viti.

Questo scheletro permette di realizzare un muro sufficientemente solido e robusto, in grado di sostenere un lavabo pesante come quello in pietra naturale.

Come montare il cartongesso per un lavabo in pietra naturale

Finalmente è il momento di montare il cartongesso. Dal momento che queste pareti saranno sempre a contatto con l’umidità del bagno, è opportuno scegliere sempre un cartongesso impermeabile, che si può ottenere grazie all’applicazione di una guaina in polietilene, che permette di impermeabilizzare la superficie molto rapidamente. Utilizzare un doppio strato di polietilene da 12.5 mm su entrambi i lati della parete ne aumenterà la stabilità e la resistenza.

Se si scelgono i tradizionali pannelli in cartongesso, anziché in fibrocemento, sarà necessario rinforzare la parte inferiore della parete. Questa operazione serve a irrobustire i montanti, rendendoli ancora più resistenti per il sostegno del lavabo.

Per riempire l’intercapedine tra i due lati della parete, consigliamo l’utilizzo di un materiale fonoassorbente.

Dopo aver fissato i pannelli in cartongesso a tutta l’intelaiatura, è sempre bene applicare una fibra che tecnicamente viene chiamata “garza” e che faciliterà l’applicazione dello stucco migliorando l’uniformità di applicazione e prevenendo la formazione di crepe.

Come installare il lavabo sospeso sulla parete

A questo punto, la struttura la parete in cartongesso è completata. Sarà possibile installare in tutta sicurezza il nostro lavabo sospeso in pietra naturale, un elemento di design che trasuda estro ed ergonomia.

L’installazione richiede ancora qualche attenzione. È essenziale posizionare il lavabo sulla struttura portante, in corrispondenza del montante rafforzato di cui parlavamo prima, raccordarlo alle tubature e agli scarichi ed effettuare le necessarie sigillature col silicone.

Le staffe faranno il loro gioco mostrandosi resistenti al tempo e il sanitario in marmo o pietra naturale godrà di una posizione di risalto nella stanza, che potrà essere messa in risalto da mobili componibili e inserti con le nostre finiture in pietra naturale.

La nostra azienda, che fonda il proprio successo su decenni di esperienza nella lavorazione del marmo e della pietra naturale, crea elementi d’arredo di design per la vostra casa e i vostri bagni.

Seguiamo il processo produttivo dalla lavorazione della materia prima fino all’installazione, garantendo ai sanitari in marmo una naturale eterna bellezza.

Visitate il nostro sito web o contattateci per approfondimenti. I nostri tecnici sono sempre a vostra completa disposizione.