News

Quale tipo di tavolino da salotto scegliere?

12.2021

Arredare il salotto con un tavolino di design

Piccolo, funzionale, elegante: realizziamo quanto sia essenziale il tavolino da salotto ogni volta che ci sediamo sul divano o sulla poltrona per goderci un attimo di relax. Quando vogliamo prenderci una pausa, basta allungare la mano per raggiungere la tazza di tè caldo, o il giornale che stiamo sfogliando.

Tuttavia, l’importanza del tavolino va ben oltre la mera funzionalità. Arredare il salotto con un side table o un coffee table di design, infatti, ha un forte impatto estetico ed è fondamentale per arricchire la stanza di classe ed eleganza. Posto accanto alla poltrona o al divano, completa lo stile del soggiorno e crea una piccola composizione di arredamento che caratterizza la sala.

Inoltre, in molte occasioni conviviali, il coffee table diventa icona dello spazio condiviso tra gli ospiti, accentrando intorno a sé conversazioni e acquisendo così un ruolo centrale nelle dinamiche sociali.

Infine, il tavolino da salotto può fare da supporto a una piccola esposizione di oggetti, dalle riviste ai vasi di fiori; in questo caso si tendono a privilegiare modelli bassi e lunghi, che garantiscano la massima stabilità.

Con queste premesse è facile capire l’importanza di scegliere il modello giusto. Serve considerare l’arredo della stanza nel suo complesso, così come le caratteristiche della poltrona o del divano attigui. Le varianti da considerare sono numerose, e includono forma, altezza, materiale e collocazione.

Vediamo dunque tutte le possibilità che questo elemento d’arredo offre per essere certi di selezionare il modello più adatto a noi.

Il giusto tavolino sa caratterizzare il salotto a colpo d’occhio, rendendo più comoda e personale la zona relax. Vediamo quale modello scegliere

Tipologie di tavolini da salotto

Ci sono diversi modelli di tavolini che si possono integrare nel nostro soggiorno. Ognuno di questi modelli risponde a delle esigenze differenti, quindi, prima di procedere alla scelta, è importante chiedersi che utilizzo faremo dello spazio e immaginarci passo dopo passo nell’eseguire quelle piccole routine.

Le tipologie di tavolino principali sono:

  • Coffee table
  • Side table
  • Tavolo da bistrot

I nomi parlano già da soli: il coffee table è il tavolino d’appoggio basso e largo che tipicamente si posiziona davanti al divano. Si utilizza spesso in caso di una merenda informale condivisa con gli ospiti o come superficie espositiva di riviste o piccoli soprammobili. Il side table invece affianca il divano o la poltrona. Basta allungare la mano oltre al bracciolo per prendere la tazza di tè, il cellulare o accendere l’abat-jour per la lettura. Infine, il tavolo da bistrot è il modello alto che si trova tipicamente nei bar, accompagnato da apposite sedie o sgabelli. I modelli per soggiorno sono spesso caratterizzati da decorazioni come intarsi, mosaici o inserti di design.

Vediamo in particolare come scegliere il cofee table e il side table.

Come scegliere il coffee table

Per coffee table si intendono i tavolini da salotto bassi. L’altezza di questo mobile deve essere tarata sulle sedute circostanti, in modo che il piano sia collocato alla stessa altezza del divano o appena più in basso.

Come abbiamo visto, i criteri principali per effettuare la scelta si dividono fra funzionalità ed estetica. In quest’ottica, la prima valutazione da fare riguarda lo spazio disponibile. Per gli ambienti più ristretti, potrebbe essere pratico privilegiare un modello di dimensioni contenute, magari quadrato o circolare. Se invece si prediligono i modelli allungati, si possono valutare tavolini “accessoriati”, con cassetti o con un secondo piano sottostante al primo, in modo da ottimizzare gli spazi. Al contrario, locali più ampli permettono di spaziare fra le varie opzioni e considerare anche modelli di design per l’esposizione di riviste o piccoli complementi di arredo. Un esempio fra tanti è il nostro W coffee table.

Ovviamente, qualunque siano le dimensioni della stanza, non bisogna dimenticare l’armonia complessiva. Non si può scegliere tavolino per il salotto senza considerare lo stile del resto del mobilio: un salotto moderno chiama un coffee table sobrio e minimalista. Un ambiente caratterizzato da colori vivaci può essere valorizzato da un tavolino in toni neutri e, viceversa, un tavolino dai colori sgargianti può vivacizzare un ambiente neutro o monocromatico.

Ultimo elemento da considerare nella scelta del coffee table è la resistenza del materiale. Non dimentichiamo che si tratta anche di una superficie di appoggio per cellulare, tazze, calici e molto altro; per questo è importante selezionare materiali resistenti a urti e graffi, come la pietra naturale.

Trovare un modello con le caratteristiche adatte in altezza, colore e materiale può regalare equilibrio e bellezza a tutta la stanza, un tocco di gusto e di creatività che impreziosisce l’ambiente.

Quando optare per il side table

I side table sono parenti dei tavolini da salotto e si caratterizzano per la loro altezza: se i coffee table sono bassi e lunghi e si collocano tipicamente di fronte a divani e poltrone, questi modelli affiancano i braccioli, proprio come dice il nome inglese.

Si consiglia di optare per il side table quando si vuole aggiungere una luce alla zona lettura, o lo spazio disponibile scarseggia ma non si vuole rinunciare a un piano comodo su cui appoggiare piccoli oggetti durante l’uso per tenere il tutto a portata di mano.

Per ottenere il risultato perfetto, che si sposi con gusto all’arredamento della vostra sala, occorre come prima cosa considerare l’altezza del tavolino. Pietra L05 di Piero Lissoni, per esempio, assolve perfettamente a questa funzione grazie alle sue dimensioni contenute, che forniscono supporto senza ingombrare il passaggio.

Come creare una composizione di tavolini

Creare una composizione di tavolini è una scelta raffinata che punta sulla capacità dei complementi d’arredo di sposarsi fra loro nella ricerca di un’originalità stilistica che fa la differenza. Il segreto è accostare degli elementi che abbiano un filo conduttore estetico, in modo che il risultato sia sinergico. In altre parole, i tavoli possono essere accomunati per forma, colore o stile, l’importante è che si capisca a colpo d’occhio che fanno parte della stessa composizione.

La serie di coffee table progettati da Elisa Ossino per la collezione Proiezioni, risponde bene anche alle necessità di chi desidera abbinare tavolini bassi, alti, quadrati o rotondi, creando giochi di luci e forme geometriche, in un insieme poliedrico e dinamico al contempo. L’intersezione fra un modello e l’altro non fa altro che arricchire di classe la composizione di tavolini scelta e donare un tocco di eccentrico design al salotto.

Si può realizzare una composizione perfetta, ma occorre porre molta attenzione allo spazio e alle esigenze. Per questo a volte si consiglia di contattare un professionista che sappia tenere conto di tutti i fattori e dare vita a un accostamento che sappia davvero impreziosire il soggiorno.

I vantaggi del tavolino da salotto in pietra naturale

I vantaggi del tavolino da salotto in pietra naturale sono da ricercarsi soprattutto nella raffinatezza e nell’eleganza di un materiale che contiene in sé l’intrinseco fascino della tradizione. Si tratta di complemento d’arredo raffinato in grado di conferire al soggiorno una pennellata di stile e fascino. Una materia antica per un design moderno, ma anche una garanzia di resistenza a tutte le piccole attività quotidiane che svolgiamo in soggiorno, così che il nostro coffee table, side table o la nostra composizione mantengano intatto il loro fascino nel tempo.

Tutte qualità che si ritrovano nei prodotti disegnati da Michael Anastassiades del modello Love me, Love me not. La pietra naturale, infatti, è la vera protagonista di questo complemento d’arredo. Il minimalismo e la purezza associati al marmo si sposano perfettamente con le esigenze di un salotto di design. La finitura opaca permette di dare un look moderno nel rispetto delle sue caratteristiche essenziali del materiale.

Come abbinare un coffee table in pietra e metallo

Abbinare un coffee table in pietra e metallo all’arredamento del salotto è una scelta per chi ama le geometrie moderne arricchite dalla preziosità di un materiale antico e suggestivo come il marmo.

Un tavolino da caffè in pietra e metallo è un complemento d’arredo raffinato e funzionale che risponde bene alle esigenze di ogni tipo di collocazione, dal salotto agli altri angoli della casa dove sia necessario ottenere un tocco di stile e una pennellata di originalità. Si inserisce spontaneamente negli ambienti di tipo moderno o industrial e mette l’accento sull’aspetto pratico e naturale del prodotto, per un look solido e al contempo curato.

Perfetto in questa occasione è Ta_Volo, un tavolino da caffè composto dall’incastro di una lastra monolitica in marmo Bianco Carrara con un unico foglio di ferro piegato. La forma semplice e moderna creata dal designer Franz Siccardi, rende questo tavolino assolutamente speciale. In esso l’incontro fra due elementi forti ma distinti, come la pietra e il metallo, dona una sensazione di sospensione e leggerezza. Proprio da questa caratteristica è nato il nome Ta-Volo. Adatto non solo nel salotto davanti al divano, ma anche in camera da letto, pronto per le vostre colazioni speciali.

I coffee table sono componenti d’arredo essenziali che arricchiscono il salotto e accompagnano i momenti di relax. La nostra azienda ha realizzato diverse collezioni che soddisfano le esigenze più disparate, unendo la maestosità della pietra naturale a un design al passo coi tempi. Ogni tavolino rappresenta un elemento unico e prezioso del quale i nostri designer hanno curato ogni particolare per realizzare un prodotto funzionale ed elegante.

Lasciatevi ispirare dalla nostra pagina dedicata ai coffee table e iniziate subito a progettare il salotto ideale.