Solo il meglio dei nostri progetti, nuovi prodotti, eventi ed esclusive collaborazioni. Iscriviti alla newsletter

News

Bagno con doccia moderno: guida a come progettare la doccia

04.2021

Bagno con doccia moderno: come realizzare una doccia perfetta

Ad un certo punto della vita ognuno di noi si sarà trovato, o si troverà, di fronte al difficile compito di progettare il proprio bagno. Lo stile di questa stanza è cambiato molto nel corso degli anni, fino ad arrivare ad un bagno moderno caratterizzato da linee semplici e altissima funzionalità.

Spesso la quantità di cose da scegliere sembra insormontabile, e capire come rendere il proprio bagno un perfetto bagno moderno sembra impossibile.

In questo articolo scopriremo insieme come realizzare un bagno moderno partendo dalla progettazione della sua protagonista indiscussa: la doccia. Vedremo quante sono le caratteristiche che la compongono e come queste riescano a dare un importante indirizzo all’aspetto del bagno.

Scopri tanti suggerimenti e idee utili per iniziare a progettare il tuo bagno con una doccia moderna

Perché scegliere la doccia?

Bagno con doccia o vasca da bagno? Questa è la domanda che si pone chiunque si trovi a dover progettare il bagno per la propria casa. In passato le abitazioni avevano spazi più ampi di adesso e spesso si sceglieva di realizzare due bagni, uno con la doccia e l’altro con la vasca, così da godere dei vantaggi di entrambe.

Oggi gli spazi si sono chiaramente ridotti e non è sempre possibile adottare questa scelta. Le più recenti tendenze nell’arredo dei bagni mostrano come sia la doccia l’elemento più comunemente installato, certamente in modo più frequente della vasca da bagno.

Perché però? Il motivo è che la doccia possiede molte caratteristiche che si allineano di più allo stile di vita e alla mentalità contemporanei:

  • Permette una detersione più veloce
  • È più eco-friendly
  • È perfetta per tutte le età
  • Richiede spazi minori per essere realizzata

La doccia si sposa perfettamente con i ritmi frenetici di questo millennio dal momento permette di lavarsi in pochi minuti e recuperare minuti preziosi ed essenziali.

Questo elemento è inoltre estremamente accessibile anche per le persone con scarsa mobilità, come ad esempio gli anziani, e riesce ad essere installata anche in spazi ristretti, riuscendo a valorizzare anche i bagni molto piccoli.

Tali caratteristiche, semplici ma fondamentali, rendono la realizzazione del bagno con doccia la scelta più gettonata. La miriade di materiali presenti sul mercato permette, tramite un’accurata selezione, di realizzare un ambiente che unisce funzionalità ed eleganza: un bagno con doccia moderno di puro design!

Come realizzare un bagno moderno con doccia

Realizzare un bagno con doccia in stile moderno non è solo possibile ma anche facile e conveniente. Questo stile, infatti, ha poche e chiare caratteristiche cardine, che lo rendono semplice da realizzare e adatto a qualsiasi forma di bagno ci si presenti, sia grande che piccolo.

Le parole chiave sono linee semplici ed estetica funzionale: scegliere degli arredi bagno con linee nette e pulite, che trasmettano un’idea di ordine e rilassatezza e al contempo garantiscano un’eccellente funzionalità è la scelta vincente.

Studiare bene ogni dettaglio è fondamentale se si vuole creare un ambiente armonico e confortevole. L’utilizzo di materiali naturali, come il marmo o il legno, la creazione di piccoli contrasti e l’utilizzo di sanitari e mobili sospesi renderanno il bagno un vero e proprio ambiente di design. Un perfetto esempio di questo concetto lo possiamo trovare sicuramente nel design lineare dei cassetti modulari Anima o nella bi-materialità accogliente dei cassetti componibili Adda.

Quali sono gli elementi a cui fare particolare attenzione nella scelta della doccia? Scopriamolo insieme!

MEDIA-GALLERY_Salvatori_Inspiration_A-Villa-on-the-Portuguese-Riviera-6 MEDIA-GALLERY_Salvatori_Inspiration_A-Villa-on-the-Portuguese-Riviera-6

Tipo di doccia

La prima cosa da scegliere è la tipologia di doccia che si vuole installare. Potrà sembrare ovvio, ma negli ultimi anni le tipologie di docce installabili sono aumentate e tante sono le caratteristiche da prendere in considerazione.

Occorre prima di tutto dare un’occhiata alla stanza: è un bagno piccolo o grande? Ci sono nicchie da utilizzare? È un bagno da ristrutturare dove è già presente una vasca? Le tipologie principali di doccia presenti sul mercato si adattano allo spazio in cui sono collocate e principalmente sono tre:

  • Bagno con doccia angolare
  • Bagno con doccia a nicchia
  • Bagno con vasca e doccia

Realizzare un bagno con doccia angolare è indicato quando si deve arredare un ambiente dalle dimensioni ridotte, dal momento che permette di sfruttare solo un angolo della stanza e di guadagnare centimetri importanti.

La doccia a nicchia, lo si capisce dal nome, è ottima in quei bagni in cui lo spazio da sfruttare, sia esso piccolo o grande, è racchiuso tra i muri. In questo caso non è necessaria l’installazione di un vero e proprio box doccia, ma basterà installare una porta che permetta di rendere questo spazio ancora più raccolto e intimo.

Infine, esiste una soluzione anche per chi possiede un bagno con vasca ma sogna la doccia. Oggi infatti esistono tantissime diverse soluzioni che permettono di installare sulla vasca un’intelaiatura molto più semplice e meno impattante di quelle precedenti, come i pannelli sopravasca in vetro trasparente, elementi funzionali e piacevoli allo sguardo, che la rivestono fino a metà e riescono a restituire alla stanza l’ariosità e la luce di cui necessita.

Piatto doccia

Dopo aver definito i tipi di doccia è il momento di vagliare le diverse componenti che la compongono. Il primo fondamentale elemento da considerare è il piatto doccia.

Il colore e il materiale scelti devono essere necessariamente coordinati al tono di tutto il bagno, per mantenere lo stile della stanza.

Altra cosa molto importante e per niente scontata è l’altezza del piatto doccia. Questa infatti non influisce solo a livello estetico, ma è anche molto importante a livello funzionale. I tre tipi di piatto doccia più comuni sono:

  • Piatto doccia a filo
  • Piatto doccia a incasso
  • Piatto doccia ad appoggio

Il piatto doccia a filo è perfetto per un bagno dal gusto contemporaneo. Essendo completamente al pari del pavimento, permette di creare una continuità con l’ambiente e di mantenere linee semplici e chiare. Il piatto doccia Filo, nella sua versione a filo pavimento, è l’esempio perfetto di una totale fusione e armonia con lo spazio in cui viene inserito, grazie anche alle numerose texture in cui può essere realizzato.

Perfetto per le cosiddette docce walk-in, anche dette a passante, questo tipo di piatto doccia spesso viene realizzato in leggera pendenza verso lo scarico, per permettere un deflusso dell’acqua semplice e veloce.

Il piatto doccia a incasso è diverso: anche se, come quello a filo, è ottimo per le docce a passante, non presenta un’inclinazione ma bensì un piccolo avvallamento nella superficie interna che permette di trattenere perfettamente l’acqua al suo interno.

La ridotta concavità lo rende perfetto per un ambiente dallo stile minimal. Se si decide di utilizzare questo tipo di piatto doccia bisogna però accertarsi della possibilità di realizzare un avvallamento nel pavimento, che ne permetta l’installazione.

Il piatto doccia ad appoggio tradizionale, infine, è spesso la scelta più comune, principalmente per due motivi: la sua installazione è più facile e la sua altezza, maggiore delle altre tipologie qui esposte, permette di donare una maggiore pendenza allo scarico facilitandone il lavoro.

L’altezza di questo piatto doccia però non si sposa con il design moderno e contemporaneo dei nostri giorni ed è per questo che col tempo sono stati progettati e realizzati anche piatti doccia da appoggio dallo spessore più ridotto e dai materiali più eleganti, che riescono a integrare questo elemento all’interno del design complessivo, eliminando la disomogeneità conferita dallo spessore.

Il piatto doccia Filo, nella sua versione ad appoggio, fornisce un ottimo esempio di come la pregiata qualità dei materiali e la cura nella lavorazione possano restituire a questo elemento un altissimo valore estetico.

Tipi di porta

Altra caratteristica fondamentale a cui dedicare attenzione è la scelta del tipo di porta da installare. Spesso i tipi di porta sono adattabili a qualsiasi modello di doccia che si desidera installare e ciò che ne determina la scelta è la grandezza dell’ambiente e la caratteristica che gli si vuole conferire. Le tipologie più comuni sono:

  • Porta doccia con anta a soffietto
  • Porta doccia a scorrimento
  • Porta doccia a battente
  • Doccia walk-in

Una porta a soffietto è ottima per i bagni più piccoli, una vera e propria soluzione salva spazio! La tipica modalità di apertura richiede uno spazio veramente ridotto, limitando solo di poco la superficie di accesso anche delle docce più piccole.

La scelta di una porta a scorrimento, invece, è ottima per bagni di piccole dimensioni ma in cui sia presente una doccia non troppo piccola. Sebbene il meccanismo di scorrimento non ingombri il bagno nel momento dell’apertura, è necessario però che ci sia abbastanza spazio affinché la porta possa scorrere.

Diverso è il caso della porta a battente: questa tipologia si adatta bene a molti tipi di doccia, ma esige un bagno che sia di medie o grandi dimensioni. Il suo meccanismo di apertura, che ricorda quello di una normale porta, sebbene non rubi spazio all’interno della doccia stessa, richiede più spazio per via del suo arco di apertura.

Infine, un tipo di doccia moderna che ha riscosso molto successo negli ultimi anni è quello della doccia a passante, detta anche doccia walk-in. Questo tipo di doccia è caratterizzata dall’assenza di porta, che crea un ambiente molto più libero e minimal. Si adatta benissimo sia alle docce angolari che alle docce a nicchia, potendo quindi essere chiuso su quattro, tre oppure soltanto due lati. Risulta essere una soluzione pratica, dall’alto valore di design.

Ogni tipo di porta elencato è adatto alla progettazione di un bagno con doccia moderno, l’importante è che la soluzione sia funzionale all’ambiente. Sarà poi anche la scelta del vetro che contribuirà alla resa di un altro aspetto chiave: la “linearità”.

MEDIA-GALLERY_Salvatori_Inspiration_On-the-shores-of-Lake-Garda-6 MEDIA-GALLERY_Salvatori_Inspiration_On-the-shores-of-Lake-Garda-6

Tipi di vetro

La texture del vetro scelto per rivestire la doccia contribuisce in alta percentuale al carattere della stanza. Sebbene negli anni passati l’effetto più gettonato fosse quello zigrinato, adesso la tendenza ha lasciato spazio a effetti più soft e meno impattanti. I tipi di vetro più comuni sono 3:

  • Vetro trasparente
  • Vetro fumé
  • Vetro satinato

La doccia in cristallo trasparente è quella che dà più risalto alla stanza. La sua trasparenza permette di vedere il rivestimento, che se realizzato con geometrie particolari risulta essere un importante elemento di arredo. Di contro, però, la totale trasparenza limita in maniera importante la privacy dell’ambiente.

Di grande tendenza negli ultimi anni, il vetro fumé si adatta a tutti gli ambienti grazie alla sua colorazione scura ma dai toni neutri. Inoltre, proprio grazie alla sua tonalità, permette un alto livello di privacy mantenendo comunque un effetto di trasparenza.

Il vetro satinato, infine, è la scelta ideale per chi cerca una privacy totale senza però rinunciare al proprio stile. Questo vetro, infatti, oltre ad essere caratterizzato da un’opacità che permette un isolamento perfetto, è disponibile in due varianti, satinato liscio oppure a buccia d’arancia, per accogliere tutti i gusti.

Se l’obiettivo è realizzare un bagno con doccia moderno, oltre a scegliere il vetro, il piatto doccia e la porta bisognerà porre l’attenzione anche al rivestimento della doccia stessa, dal momento che questo è parte integrante dell’arredamento della stanza.

Scegliere il rivestimento della doccia

Nel realizzare il design di un bagno con doccia, soprattutto se questa è a vista, il materiale del rivestimento gioca un ruolo fondamentale, di pari passo con il ruolo altrettanto essenziale del colore dei materiali, le cui regole sono ben note.

Per il rivestimento di un bagno piccolo, ad esempio, è sempre bene mantenere dei colori chiari, che restituiscano più luce all’ambiente rendendolo più grande alla percezione; nel caso di bagni più grandi è possibile invece sperimentare con colori più scuri.

Un altro punto cardine nella realizzazione di un bagno moderno è mantenere una certa armonia nella scelta dei colori, prediligendo tonalità calmanti (ad esempio sono ottime tonalità di rivestimento beige, nero o grigio) e aggiungendo poi elementi di contrasto più o meno importanti, siano essi realizzati con l’inserimento di note di colore oppure con l’inserimento di diverse texture naturali.

I tre abbinamenti più utilizzati sono:

  • Rivestimento doccia con parete in pietra
  • Rivestimento doccia effetto legno
  • Rivestimento doccia con mosaico

Il rivestimento in pietra naturale è una scelta senza tempo. Questo materiale infatti permette di raggiungere una pulizia e una linearità delle forme tipiche della modernità volgendo comunque uno sguardo al passato e alla tradizione.

Le svariate tonalità della pietra naturale ben si adattano ai toni neutri tipici del bagno moderno e l’unicità innata di questo materiale permette di creare un rivestimento sempre originale. Le tecniche di lavorazione permettono di alternare l’utilizzo della pietra levigata a quella realizzata con finiture particolari permettendo di usare lo stesso materiale per tutte le pareti e rivestimenti del bagno con doccia e creando armoniosi contrasti tra le texture disponibili.

Un rivestimento doccia realizzato in Pietra d’Avola nella texture Romboo, ad esempio, si integra perfettamente con pareti e pavimenti realizzati sempre in Pietra d’Avola ma in texture Levigata, creando un ambiente al contempo ritmato e confortevole.

Altro rivestimento molto apprezzato nell’arredo di bagni moderni è quello in legno. Questo infatti dona calore e familiarità a qualsiasi ambiente in cui viene inserito. Inoltre, l’inserimento di pareti con effetto legno rimanda all’ambiente delle spa e delle saune finlandesi, garantendo un senso di rilassatezza.

Anche in questo caso, grazie alle tecniche contemporanee, è possibile trovare in commercio materiali che riproducono molto fedelmente l’effetto legno, senza però temere altrettanto l’umidità e l’usura del tempo.

Fra questi si può facilmente portare come esempio la nostra texture Chevron che, grazie alla sua fine lavorazione e al suo decoro a motivo spigato, restituisce a colpo d’occhio il senso di accoglienza proprio del legno.

Infine, una scelta molto utilizzata negli ultimi anni vede l’utilizzo di piastrelle a fantasia di medie dimensioni per realizzare dettagli di mosaico nel rivestimento della doccia. Queste piastrelle dalla forma variabile, sia essa quadrata o esagonale, spesso riproducono il colore di mura e pavimenti del bagno nelle sue varie sfumature, e creano un contrasto soft ma al contempo decorativo che non disturba l’atmosfera rilassante della stanza.

Ricapitolando, se l’obiettivo è realizzare un bagno moderno, la scelta della doccia è un passo importante che va ben studiato e analizzato.

Durante la sua progettazione è sempre importante tenere ben presenti i concetti di funzionalità e semplicità: uno stile pulito e arredi studiati su misura per i vostri bisogni renderanno il vostro bagno con doccia il luogo perfetto dove lasciar andare ogni tensione!

Cosa aspettate? scoprite le nostre collezioni bagno oppure contattateci e realizzeremo insieme il bagno dei vostri sogni!