Solo il meglio dei nostri progetti, nuovi prodotti, eventi ed esclusive collaborazioni. Iscriviti alla newsletter

News

Abbinare i colori delle pareti: scopri come farlo al meglio | Salvatori

02.2021

Salvatori_banner_Stories_How-to-combine-wall-colour Salvatori_banner_Stories_How-to-combine-wall-colour

Abbinare i colori delle pareti: le regole da ricordare e gli stili da realizzare

Abbinare i colori delle pareti non sempre è cosa da poco, specialmente se si ha intenzione di usare le pietre naturali (e quindi i loro colori) per raggiungere l’obiettivo. Le pareti in pietra naturale hanno un fascino indiscutibile, questo è ovvio, ma il design moderno apprezza però anche i contrasti e capita sempre più spesso di vedere l’accostamento di pareti dai colori diversi come soluzione sempre più gettonata.

Ovviamente noi sappiamo che è possibile raggiungere altrettanto equilibrati ed affascinanti contrasti anche con la pietra naturale, anche se è opportuno conoscere alcune regole base di abbinamento dei colori, non solo per una conoscenza generica che non fa mai male ma anche perché ci capita non di rado di collaborare a progetti in cui le pietre vanno accostate a pareti o sezioni di muro colorate.

Come abbinare quindi i colori in modo efficace, raggiungendo un giusto equilibrio tra stile, armonia e funzionalità?

In questo articolo vedremo quali sono gli aspetti di cui tenere conto e la regola indispensabile da conoscere, quando si tratta di decidere l’abbinamento dei colori delle pareti. Vedremo poi le nuance e le texture che più si adattano alle principali stanze della casa e 5 perfetti abbinamenti da cui prendere spunto per arredare la casa dei vostri sogni.

Siete pronti? Iniziamo!

Scopri i segreti per creare una parete caratteristica sorprendente ed elegante o combinare pareti di diversi colori

I primi aspetti da valutare nella scelta dei colori delle pareti

Per noi in Salvatori, il fascino di una stanza realizzata con pareti totalmente in pietra naturale è davvero insuperabile: l’estrema durevolezza del marmo è una garanzia di design e funzionalità e le sue caratteristiche venature naturali possono arrivare a creare le sfumature di colori più particolari.

Non sempre però questo è possibile, talvolta è necessario alternare pareti in questo meraviglioso materiale anche a pareti dipinte.

Che ci piaccia o meno questa è la dura legge dell’ interior design: tutte le componenti di un ambiente devono convivere in modo armonioso e, anche se noi siamo sicuramente degli amanti del total look in pietra naturale, può capitare di collaborare su progetti dove le caratteristiche necessità dell’ambiente (oppure le specifiche volontà della committenza) richiedano l’alternanza di questo materiale a pareti spoglie ma colorate.

Dal momento che, come già anticipato, le pietre naturali sono in grado di ricreare una moltitudine di sfumature, va da sé come queste siano anche facilmente adattabili a tantissime tonalità di colore.

Questo però non cambia le carte in tavola perché, come ci insegna l’interior design, l’abbinamento dei colori deve comunque tenere presente diversi fattori affinché il progetto venga realizzato nel modo sperato (e progettato).

Affinché questo avvenga bisogna infatti comprendere quali sono le tonalità e le finiture più adatte per il nostro ambiente, e come queste si sposino meglio fra loro.

I primi aspetti da considerare sono essenzialmente 4:

  • Non trascurare ciò che è già presente
  • La dimensione dell’ambiente
  • La luminosità della stanza
  • Decidere cosa mettere in risalto

La prima cosa da considerare è se l’ambiente in cui vogliamo modificare i colori delle pareti è spoglio oppure no. La presenza di un pavimento dai toni importanti o un arredamento particolare, non suggerisce di inserire colori accesi o comunque di accentuare il contrasto tra le diverse pareti.

Un tono su tono, invece, come quello che si può creare affiancando una parete dai delicati toni color crema a una stupenda parete in Crema d’Orcia nella texture Levigato, sicuramente restituisce un bellissimo effetto.

Al contrario, un pavimento e un arredamento neutri potrebbero trovare in uno spiccato gioco di colori delle pareti una nuova vitalità.

The Rule of Three

Che si debba arredare un ambiente vuoto o già arredato, altro fattore molto importante da non sottovalutare è quello dell’ampiezza della stanza.
I colori possiedono la preziosa capacità di ingannare l’occhio e possono quindi venirci in aiuto nel caso si decida di ridipingere una stanza piuttosto piccola, ad esempio.
In questo caso, sia che si cerchi un contrasto soft che un contrasto più azzardato, sarà infatti necessario prediligere colori chiari, i quali amplificano gli ambienti a colpo d’occhio. Viceversa, un ambiente grande si presta benissimo anche alla profondità dettata dai toni più scuri.
Un ragionamento molto simile dovrà essere fatto a seconda della luminosità dello spazio: è sconsigliabile che una stanza poco luminosa venga realizzata con pareti colorate in toni scuri, e questo perché le tonalità più profonde tendono ad assorbire la luce, restituendo allo sguardo un ambiente molto buio.

Se la luminosità invece è molta, osare con dei materiali più scuri può produrre certamente un bellissimo effetto.

Resta da decidere cosa si vuol rendere vero protagonista della stanza.

L’elemento a cui vogliamo dare risalto, che siano le pareti, il pavimento o l’arredamento, sarà il vero protagonista. Per cui, scelta la parte a cui dare slancio, gli altri elementi dovranno accordarsi di conseguenza, per restituire un ambiente coeso e sincronico.

La regola dei tre colori

Gli interior designer utilizzano precise regole per arredare al meglio gli ambienti e far coesistere tutti gli elementi tra di loro. Una di queste, la più famosa, è la regola dei tre colori, detta anche regola 60-30-10.

Questo importante canone afferma che in un perfetto arredamento devono essere presenti al massimo 3 colori, inseriti all’interno dello spazio secondo precise percentuali, per abbinare colori, pareti e mobili alla perfezione:

  • 60% di colore dominante
  • 30% di colore secondario
  • 10% di colore di contrasto

Il colore dominante, solitamente riservato a pavimenti, pareti e tendaggi, essendo il colore più presente deve essere un colore neutro, che leghi insieme la stanza senza però stancare.

Per creare profondità entra poi in gioco il colore secondario, solitamente di una nuance più scura ma sempre nella scala del colore dominante.

Infine, il compito di creare un contrasto forte rimane al terzo colore, solitamente ritrovabile in piccoli dettagli dell’arredamento.

Non è detto comunque che i ruoli degli elementi di arredo siano sempre gli stessi: come già anticipato, si può anche decidere che l’accento nella stanza sia dato da una parete colorata o particolarmente lavorata. L’importante è non esagerare: un ambiente con una combinazione di colori troppo carica rischia di diventare poco funzionale o di stancare presto.

Colori per la camera da letto

Nella scelta dei colori per le pareti entra in gioco la scienza che studia l’effetto dei colori sulle nostre percezioni: la psicologia dei colori.

Ogni colore infatti è capace di influenzare il nostro stato d’animo e trasmetterci delle sensazioni diverse. Per questo motivo, la scelta dei colori per ogni stanza è influenzata in maniera importante dalla destinazione d’uso dello spazio che stiamo decorando.

Come colori per le pareti della camera da letto, ad esempio, si devono utilizzare tonalità profonde e dai contrasti soft, che amplifichino ancora di più l’atmosfera di riposo che una stanza di questo tipo deve trasmettere. Un total look Salvatori si rivela veramente perfetto: i toni neutri della pietra naturale, in tutte le sue varianti, ben si sposano con questo ambiente.

Se quello che si desidera però è creare un po’ di stacco sulle pareti, ottima nuance nei toni freddi per questa stanza è un blu profondo, che si abbina perfettamente alle note naturali e rilassanti del Bianco Carrara nella finitura Rain.

In una ricerca di toni caldi invece, le pareti di una camera da letto di un delicato rosa antico o un rosa cipria si affiancano perfettamente ai toni avvolgenti di uno splendido Crema d’Orcia Select nella finitura Romboo.

Colori per il soggiorno

Questo tipo di ambiente è sicuramente più dinamico e osare con colori diversi può rivelarsi una buona scelta.

Anche uno stile realizzato totalmente in pietra naturale, grazie alle molte disponibili varietà, può rivelarsi ritmico: un’alternanza di pareti chiare e scure, come delle pareti in Stone Tatami nella nuance Silk Georgette® accostate ad una parete in Levigato Pietra d’Avola, dona alla stanza in cui si trova armonia e vitalità.

Quando si rende necessario inserire una superficie dipinta, si possono utilizzare dei colori per le pareti del soggiorno dalle tonalità più vive e vibranti rispetto alla camera da letto.

Per un ambiente così eclettico, che deve saper adattarsi allo stesso tempo a un pomeriggio di gioco e all’atmosfera di un rilassante film sul divano, un ottimo colore è l’ottanio. Nuance molto in voga tra i giovani, i suoi accostamenti con tonalità grigie sono molto d’effetto: questo colore si affianca infatti molto bene ai toni profondi di un pregiato rivestimento in Gris du Marais® nella finitura Lithoverde®.

Siete alla ricerca di un contrasto più marcato? Sempre che l’arredamento e il pavimento lo consentano, perché non utilizzare come pittura per il soggiorno un bel color mattone? Questa tonalità si sposerebbe benissimo con i tradizionali toni caldi del Travertino Chiaro nella sua texture Levigato.

Colori per la cucina

Quando si tratta di decidere i colori delle pareti della cucina il problema degli abbinamenti si fa un po’ diverso.

Questo ambiente è infatti sì un ambiente più dinamico, come il soggiorno, ma è nella maggior parte di casi arredato con un’importante quantità di mobili con precise connotazioni stilistiche. Ancora di più in questo caso si rende necessaria la regola dei tre colori, per non creare uno spazio troppo carico di tonalità.

Se la cucina è già molto colorata, l’opzione migliore è certamente abbinare delle pareti che non creino grande contrasto e che facciano da sostegno al colore dei mobili. Un colore quindi che riprenda le tonalità della pietra naturale scelta è un’ottima idea.

Quando invece questo ambiente necessita di un rivestimento delle pareti marcatamente ritmato, per ricevere una spinta di carattere in più, ecco che si può osare con l’inserimento di pareti dai toni accesi: un intenso giallo senape saprà dare vitalità alle striature di un profondo marmo grigio, come un Grigio Versilia.

Per una cucina dai toni più chiari, uno profondo bordeaux si integrerà benissimo con le striature delicate di una pietra chiara come la Silk Georgette®.

Colori per il bagno

L’ambiente del bagno è un luogo che condivide con la camera da letto l’obbiettivo di restituire un senso di relax e benessere.

Per ottenere questo effetto, un abbinamento di colori delle pareti del bagno realizzato con toni e texture che rimandano alla natura è la scelta ideale.

Un rivestimento totalmente realizzato in marmo, grazie alla sua origine naturale e alle sue straordinarie venature, si presta benissimo a creare un senso di comunanza con l’ambiente senza richiedere l’aggiunta di altri colori.

Laddove non fosse possibile realizzare completamente delle pareti in pietra naturale, un’ottima scelta è per esempio affiancare dei colori in tono su tono: una semplice parete bianca unita a una bellissima finitura Chevron in Bianco Carrara creerebbe la perfetta atmosfera per questo spazio.

Se però quello che si ricerca è un contrasto importante, per rendere l’idea di un riavvicinamento con la natura, tonalità che rimandano agli elementi fondamentali di acqua e cielo sono una buona scelta. Queste tonalità si abbinano perfettamente a marmi come il Gris du Marais® e l’eterno Bianco Carrara, creando un ambiente dalle linee pulite e profonde.

Dopo un’attenta analisi degli accorgimenti da osservare e dei toni adatti per ogni stanza, vediamo adesso insieme come si possano creare dei bellissimi ambienti moderni anche abbinando pareti diverse.

Contrasti di colori dal design scandinavo

In questo bellissimo salone, risalta in tutta la sua bellezza un perfetto total look Salvatori. In questo ambiente dai toni chiari e dagli arredi essenziali, la scelta di una parete in contrasto riesce ad attirare l’attenzione su un punto particolare della stanza, l’angolo lettura.

La parete chiara e il pavimento, entrambi realizzati in Crema d’Orcia, si fondono perfettamente, e la grande parete in Gris du Marais®, arricchita da inserti in Oro Anodizzato nella sua Texture Tratti, spezza questa armonia, creando un bellissimo e armonioso contrasto.

Lavabi a contrasto

Abbinare delle pareti talvolta non si limita solo all’interno della stanza, come ci mostra la foto che abbiamo deciso di proporvi. In questo appartamento è evidente come il tono su tono e l’armonia dei materiali sia la scelta preponderante.

Il colore della parete del corridoio si mescola perfettamente con uno Stone Parquet in Crema d’Orcia che continua il suo percorso anche nell’ambiente bagno. Ma qua, anziché un tono su tono si fa protagonista una bellissima parete nei toni scuri della Pietra d’Avola, che riesce abilmente a mettere in risalto i lavabi freestanding Adda rivestiti, in quella comunione con la natura che il bagno suggerisce, in legno cannettato.

Un bagno open space dal design senza tempo

Il bagno in camera, soprattutto nella sua versione open space, è la realizzazione perfetta di un’architettura moderna che mira all’abbattimento delle barriere e delle distinzioni. Per creare un ambiente coeso, bello e funzionale, l’utilizzo di pietra naturale in total look sarebbe la scelta ideale, ma non sempre è possibile. Per fortuna, la poliedricità propria di questo materiale rende il marmo adattabile a molti abbinamenti.

La fusione dei due ambienti richiede un occhio attento che riesca a valorizzare entrambi. Nella foto che potete osservare qua accanto, si può notare come a contrasto con i delicati colori dei muri della stanza, l’inserimento di una parete in Bianco Carrara Lithoverde® riesce a diventare punto di unione dei due spazi. La comunione dei materiali fa sì che questa parete valorizzi la pregiata vasca da bagno della collezione Anima, rendendola a tutti gli effetti il perno attorno a cui ruota l’intera stanza.

Contrasti con inserti preziosi

Come abbiamo già anticipato, in un ambiente come il living giocare con i contrasti forti è perfetto. E come possiamo facilmente vedere nella realizzazione di questo ampio spazio, la pietra naturale, anche da sola, permette di costruire contrasti incredibili.

La perfetta alternanza delle pareti tra toni chiari e scuri riprende il ritmato gioco di contrari dell’arredamento al centro della stanza: le linee delicate della lampada Silo in Bianco Carrara sono esaltate dalla grande parete in Pietra d’Avola, nelle texture Tratti e Rain, che riveste la parete di fondo. Un contrasto forte ma totalmente armonico.

Un caso particolare: un esterno da sogno

Fino ad adesso abbiamo sempre parlato di come abbinare le pareti delle stanze, ma il problema certo non si esaurisce con gli interni. Anche per l’esterno, infatti, e sebbene il problema dell’illuminazione dello spazio è molto meno centrale in questo caso, per ovvi motivi, valgono certamente gli stessi accorgimenti.

La pietra naturale, grazie alla sua estrema durevolezza, è perfetta per rivestire gli spazi esterni e come abbiamo già capito non necessita di aggiunte. Ma laddove non fosse possibile, si può comunque trovare una maniera efficace per affiancare al meglio i colori delle pareti.

Se non volete sbagliare, un tono su tono oppure un contrasto delicato sono sempre un’ottima scelta. Ne è un esempio la foto che potete osservare qua di fianco. La tonalità calda delle pareti beige, completamente fusa con i colori del Crema d’Orcia Levigato del pavimento, si sposa benissimo con la parete in Romboo Silk Georgette® sul fondo. Un delicato contrasto che armonizza l’ambiente ma che contemporaneamente riesce a mettere in risalto la grande vasca della terrazza.

Come abbiamo visto, scegliere come abbinare i colori delle pareti per raggiungere un risultato armonioso non è semplicissimo: tanti sono i fattori di cui tenere di conto e le regole da seguire. Per questo motivo, è sempre consigliabile rivolgersi a un professionista, che sappia valutare al meglio i vostri ambienti e guidarvi nella scelta migliore.

Non aspettare, contattaci! I nostri esperti sapranno guidarti alla scoperta delle più belle pietre e finiture, per aiutarti a progettare la casa che hai sempre desiderato!