News

3 consigli per la scelta di un lavello da cucina in pietra naturale

10.2020

Lavello da cucina in pietra naturale, un dettaglio prezioso nel cuore del focolare

Inaspettato e caratteristico, il lavello in pietra naturale è una scelta trasformativa per la cucina, capace di integrare alla perfezione uno stile rustico o moderno e apportare tutti i benefici di questo straordinario materiale al nostro piano di lavoro.

I lavabi in marmo, infatti, riescono a fare la differenza in un’ampia varietà di stili e ambienti. Questi modelli sono la punta di diamante di ambienti eleganti e sofisticati, ma hanno anche il potenziale di dare un tocco di carattere in più allo spazio più alle cucine rustiche. E, ovviamente, oltre ad avere un forte impatto estetico, sono garanzia di resistenza e durata nel tempo: la pietra naturale è un materiale bellissimo che non è soggetto ad usura.

Vediamo insieme le caratteristiche dei lavelli da cucina in pietra naturale e tre consigli per creare l’ambiente più adatto a noi.

Il lavello in pietra naturale è una scelta inaspettata e fortemente caratteristica, che connota a colpo d’occhio una cucina, sostituendo con classe il tipico modello in acciaio.

Quando scegliere un lavabo in pietra naturale per la cucina

Il lavello è uno degli arredi più utilizzati della cucina: lavare le verdure, scolare la pasta, lavare i piatti… moltissime delle attività di preparazione del cibo passano da lì. Per questo è necessario scegliere un materiale resistente alle abrasioni, facile da pulire e, al contempo, esteticamente piacevole.

La pietra naturale è resistente ai graffi e non corre il rischio di deformarsi. Queste caratteristiche tecniche, oltre alla raffinata selezione di colori e di finiture disponibili, la rende un’ottima soluzione per chi vuole mantenere intatto il fascino della propria cucina nel tempo.

Un elemento fondamentale da considerare è ovviamente il tipo di pietra si intende utilizzare. In linea generale, la maggior parte dei marmi è meno assorbente di una pietra arenaria e, con l’applicazione di un protettivo di qualità, la superficie diventerà più resistente alle sostanze potenzialmente dannose. Tutti i lavabi e i piani di lavoro in pietra naturale devono essere protetti adeguatamente con un sigillante idrorepellente; a quel punto basterà una pulizia e manutenzione quotidiana per mantenerne intatta la bellezza giorno dopo giorno.

Come scegliere la tipologia di lavello in pietra naturale

Prima dell’avvento dei materiali contemporanei, i lavabi nascevano spesso da blocchi di pietra in cui venivano scavate le vasche. Con l’avvento dei nuovi mobili componibili si è diffusa la necessità di modelli più agili e leggeri, ma la pietra naturale non è sparita del tutto. Esistono soluzioni assemblate perfettamente integrabili che ci permetteranno di portare tutto il fascino del marmo nella nostra cucina. Pertanto, si aprono due strade a chi opta per un lavello in pietra naturale.

La prima, è rimanere fedeli alla tradizione e scegliere un modello monoblocco, ricavato dunque dalla stessa pietra. Questi splendidi modelli vantano un fascino impareggiabile, sontuoso e senza compromessi, e la certezza che ci accompagnerà praticamente per tutta la vita. Per sua natura, il monoblocco è estremamente pesante, e richiede una struttura di sostegno solida per l’installazione.

Chi non vuole rinunciare all’eleganza del marmo ma preferisce soluzioni più agili non deve disperare, perché esistono i lavabi in cucina assemblati. Questi modelli sono costituiti da diversi pezzi tagliati separatamente (generalmente con spessore di circa 2-3 centimetri) e incollati fra di loro con giunzioni di testa a 45°. Questi lavabi da incasso presentano alcuni vantaggi rispetto al monoblocco, un peso minore e una riduzione dei costi, mantenendo comunque l’aspetto e i vantaggi della pietra naturale.

Il primo consiglio quindi è capire la tipologia di lavello che ci piace di più ed è più adatta alla nostra cucina: assemblato o monoblocco, ad incasso o ad appoggio.

Come arredare la cucina con un lavabo in pietra naturale

Il secondo consiglio è di non fermarsi al singolo arredo ma provare a vedere l’intera stanza nel suo insieme: lo stile di un singolo elemento di arredo può offrire numerosi spunti per creare o modificare il look circostante. Così, nel caso del lavabo in pietra, si può pensare a come accostarlo ai mobili sottostanti e al resto della cucina.

Si può iniziare con il valutare se utilizzare materiali diversi per il lavabo e il piano di lavoro (ad esempio un lavabo da incasso in marmo con piano in legno) o realizzare tutto in pietra. Il primo caso conferisce un aspetto più dinamico alla cucina, e può essere valorizzato da richiami di colore nel tavolo o nei mobili circostanti. Il legno, in particolare, è un materiale versatile che si accosta alla perfezione con le tonalità neutre della pietra naturale. La seconda opzione permette un look più uniforme, con un piacevole effetto tono su tono. Questa forte coesione estetica può aprire la strada a un total look, con rivestimenti in pietra naturale per i cassetti e gli sportelli, piano lavoro e piano del tavolo realizzati nello stesso materiale per una cucina lussuosa e impeccabile.

Una volta creato il primo nucleo d’arredo, sarà più facile selezionare dei complementi adatti per arricchire la stanza.

Accessori da accompagnare al lavabo in pietra naturale

Il terzo consiglio è pensare all’utilizzo che faremo del nostro arredo. Dato che il lavabo presenta una forte componente funzionale, visto che viene usato tutti i giorni, i dettagli che ne migliorano la praticità di utilizzo fanno la differenza. Ecco alcuni complementi che possono migliorare l’esperienza:

Alzatina in marmo. L’alzata viene installata dietro al lavabo e al piano di lavoro e aiuta a fissare il piano alla parete, oltre a prevenire che acqua e altri liquidi macchino la superficie dietro al lavabo e ai fornelli. Può essere realizzata nello stesso materiale del piano per ottenere un effetto armonioso.

Il paraschizzi. Consigliato se il lavabo è vicino al piano di cottura. Faciliterà nella rimozione degli schizzi d’olio, di pomodoro e di tutte le macchie che inevitabilmente arrivano dal piano cottura. Il pannello paraschizzi è anche una buona occasione per aggiungere un tocco di design utilizzando piastrelle a motivi, colori vivaci o pietra con texture. Le nostre finiture Lithoverde®, Romboo, Stone Parquet sono perfette per questo.

Il gocciolatoio. Sono sempre di più i clienti che chiedono di aggiungere una superficie inclinata e scanalata accanto al lavabo per far defluire l’acqua. Raccomandiamo sempre a fine operazione di asciugare accuratamente il piano per evitare aloni sulla pietra.

Valutare bene il modello di lavello, l’arredo circostante e gli accessori coordinati sono tre linee guida per ottenere una cucina di design su misura per noi, i nostri gusti e le nostre esigenze.

Se state valutando l’idea di scegliere un lavabo da cucina in pietra naturale, il nostro team è a vostra disposizione per offrirvi una consulenza personalizzata ed aiutarvi a progettare la cucina dei vostri sogni, senza mai perdere di vista bellezza e funzionalità.